LA FARMACIA DI KAPOLUOGOKS PT. 2

Ciò che avvenne all’interno della farmacia fu un pochino come assistere a un film dell’orrore di villaggio indiano maledetto. I primi giorni di apertura della farmacia i clienti non furono pochi. Fu come se alcuni clienti entrassero cercando di creare un ambiente magico attuando segreti invisibili riti magici. Fu come se furono attuati riti magici senza che altre persone potessero accorgersi, come se fossero entrati prestigiatori. Dopo che furono trascorsi i primi giorni di apertura, i clienti furono pochissimi. Il farmacista che servì al bancone della farmacia fu un giovane uomo nativo di Kapoluogoks, e fu assai strano. Fu come se rese un cattivo servizio alla clientela a causa del fatto che fu pagato da qualcuno affinché potesse crescere l’antipatia dei clienti nei confronti della piccola farmacia. O, forse, il farmacista fu vittima di segreti riti magici che furono attuati da molteplici persone. Il resoconto degli investigatori fu forse fantasioso. Intorno ai villaggi di Kapoluogoks Mernmek Bangia Fombia era possibile incontrare guaritori che non usavano erbe comunemente conosciute. Quindi abitanti di Kapoluogoks poterono probabilmente utilizzare erbe curative fornite da persone che probabilmente non furono esattamente abili erboristi e furono piuttosto streghe.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Your comment:

Your name: