SCRITTI DERIVANTI DA PAGINE DI DIARI DI GUALA? PT. 29

Quando penso a come alcune persone vennero incontro, penetrando all’interno della mia solitudine, e in alcuni casi penetrando anche con l’xxxxxxxx xxxxxxxx, a volte avverto emozionante lacrimare agli occhi. Ho sperimentato che il mondo non è solamente un luogo malefico.  Una voce forse benefica forse malefica mi avrebbe recentemente confermato che sono la “numero uno”. Eppure sono talmente confusionaria che ritrovo appunti musicali riguardanti proiezioni riguardanti miscelate creazioni musicali che nemmeno ricordo se furono appunti che già furono inglobati all’interno di qualche composizione musicale già registrata già archiviata. Come se io fossi una ciclista che sta correndo verso il freddo traguardo, vorrei ritornare indietro verso il piacevole caldo lasciato alle spalle, ma il traguardo è avanti, il traguardo non è indietro in compagnia di ciclisti ritardatari.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Your comment:

Your name: