IL XXXXXXXX(=?PEPERONE) MANCATO DI GUALA PT. 3

Guala, osservando la pistola, intuì che probabilmente non si trattò di una pistola giocattolo. L’uomo domandò a Guala se fosse interessata a spararsi o se, piuttosto, avesse voluto spararsi dopo che l’uomo bellissimo si fosse ucciso utilizzando la pistola che aveva in mano. Guala, assai scioccata, spiegò all’uomo che avrebbe dovuto spararsi da solo in un altro momento, altrimenti alcune persone avrebbero potuto ingiustamente incriminare Guala dell’omicidio dell’uomo bellissimo. L’uomo bellissimo spiegò a Guala che avrebbe desiderato morire assieme a Guala, quindi convinse Guala a spararsi appena dopo che l’uomo bellissimo si fosse sparato. Avvenne che Guala fu fortemente condizionata: dai discorsi religiosi filosofici dell’uomo bellissimo, e dalla suprema superba bellezza dell’uomo bellissimo, e dall’alcol consumato prima di entrare in camera da letto, e forse da strane vibrazioni difficilmente identificabili. Dunque Guala stupidamente acconsentì. Quindi avvenne che l’uomo bellissimo si sparò una volta, due volte, dieci volte, e mai dalla pistola uscì un proiettile.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Your comment:

Your name: