IL MANCATO XXXXXXXX(=?INCONTRO) DI GUALA (“LAMOR(T)E”) PT. 6

Ricercando le strade che condussero al fantasmatico alto ponte, a circa metà tragitto, Guala vide anche, ai bordi della strada, una fabbrica abbandonata. I lunghi muri della fabbrica abbandonata furono abbondante espressione di discutibile creatività giovanile; Guala intravide graffiti, scritte volgari, scritte fasciste, scritte politiche (come ad esempio la enorme scritta VIVA EL CHE!), scritte antifasciste antinaziste (come, ad esempio, HITLER FU FALSO VEGETARIANO e FUORI I FASCISTI DALL’ANTISPECISMO), svastiche, scritte maschiliste, la scritta “u.s.OFFa.” (scritta ambigua che forse fu una scritta contro gli Stati Uniti d’America), scritte anarchiche, scritte ironiche, scritte incomprensibili, scritte ormai quasi cancellate dal tempo, scritte misteriose (come, ad esempio, la scritta ISAKSÖNUCLEARE, la scritta BOY U LOVE, MAN THAT YOU FEAR e la scritta UBUNTU ADO M ELEGIATTO BEPJAMBEALOTA), e soprattutto tante scritte d’amore. Guala anche lesse, su un lungo muro laterale della fabbrica abbandonata, la scritta bianca SALTO DEJI SPOSI. Dopo avere letto la scritta SALTO DEJI SPOSI, Guala ipotizzò che sul sedile anteriore destro dell’autoveicolo fosse seduto un fantasma (forse un fantasma umano che Guala sposò, in una vita precedente (un marito e una moglie, anche in caso di divorzio, saranno uniti tutta l’eternità?)), ma, a causa di come successivamente si svolsero i fatti, piuttosto è ipotizzabile che sul sedile anteriore destro fu seduto un angelo.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Your comment:

Your name: