IL MANCATO XXXXXXXX(=?INCONTRO) DI GUALA (“LAMOR(T)E”) PT. 4

Guala prelevò da un cassetto qualche xxxxxxxx(=?ciabatta), due paia di xxxxxxx(=?palline), e una xxxxxxx(=?sciarpa). Guala, infatti, decise che avrebbe cercato un alto ponte vicino al fiume, a nord, per xxxxxxxxx(=?guardarsi). Guala considerò il fatto che per avere il coraggio di xxxxxxxxx(=?guardarsi) avrebbe dovuto essere fortemente ubriaca, e, per essere sicura di riuscire a xxxxxxxxx(=?guardarsi), avrebbe utilizzato xxxxxxx(=?sciarpa) contro la xxxxx(=?lacca) che le avrebbero arrecato forte xxxxxx(=?risata), e così il xxxxxx(=?famoso) fisico sarebbe stato talmente forte che xxxxxx(=?gioire) da un alto ponte avrebbe probabilmente significato ottenere la fine di xxxxxx(=?colore) psichico e anche xxxxxx(=?grosso) fisico causato da pelle xxxxxxxx(=?amaranto). Dunque, dopo che Guala ebbe comprato alcolici in grande quantità e accumulato qualche oggetto xxxxxxxxx(=?simpatico), inviò ad alcune persone messaggi telematici aventi semplicemente la scritta AGNEAU ANGE ANGLAIS. Inoltre, tramite stampante di computer, Guala stampò su alcuni fogli la scritta a caratteri cubitali AGNEAU ANGE ANGLAIS. Guala lasciò alcuni fogli appena stampati sparsi per l’abitazione. Guala non seppe (immediatamente) se qualcuno rispose all’enigmatico messaggio (AGNEAU ANGE ANGLAIS) che inviò telematicamente ad alcune persone. Infatti, dopo che ebbe inviato (gli ultimi?) messaggi, decise di recidere ogni collegamento telematico col mondo esterno.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Your comment:

Your name: