IL MANCATO XXXXXXXX(=?INCONTRO) DI GUALA (“LAMOR(T)E”) PT. 3

Dunque, una mattina, avvenne che Guala entrò in un supermercato e comprò una quantità elevata di bottiglie alcoliche. All’interno del supermercato, Guala intravide anche uno sconosciuto giovane cliente che fu vestito, un po’ come se fosse un sessantenne, in maniera piuttosto elegante con cappello e affascinanti occhiali. Lo sconosciuto cliente, ovvero un umano che ebbe almeno un nome e anche ebbe un nome più o meno corrispondente a Mielegiattoyx, si accorse di essere osservato, da rispettosa distanza, da una sconosciuta giovane donna che ebbe uno sguardo stranissimo carico di tensione emotiva. Quando Mielegiattok osservò Guala, Guala fu confusamente imbarazzata, e poco dopo smise di osservare Mielegiattok. Mielegiattok non si accorse che Guala ebbe il carrello pieno anche di bottiglie alcoliche e quindi ipotizzò di essere stato riconosciuto da un’amica dimenticata, o da una nemica, o da una spia, o da una agenzia investigativa concorrente, o da un umano controllore appartenente al quartiere generale della agenzia investigativa, o da una ragazza di qualche night club. Guala, invece, all’interno del supermercato, presto dimenticò il misterioso giovanotto con cappello, e dopo una decina di minuti si diresse verso l’uscita, scherzò con la cassiera spiegando che fu in programma una grande festa con spiritosi amici (amici spiriti(?) ”O”?), pagò utilizzando carta di credito, augurò lunga e felice vita alla cassiera, e rincasò.  

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Your comment:

Your name: